I Nostri Lettori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi511
mod_vvisit_counterIeri3946
mod_vvisit_counterSett. Corrente511
mod_vvisit_counterSett. Scorsa26338
mod_vvisit_counterMese Corrente75778
mod_vvisit_counterMese Scorso73976

We have: 17 guests, 13 bots online
Your IP: 54.196.225.45
 , 
Today: Ott 26, 2014
L'estrazione del metano

L’estrazione del metano: una strenua battaglia

Sin dagli anni Sessanta Italia nostra denunciò (da sola) i rischi derivanti dall'estrazione di idrocarburi al largo della costa veneta. A distanza di trent'anni dai nostri primi preoccupati interventi l'AGIP-ENI, che dal 1953 aveva acquisito l'esclusiva di ricerca di idrocarburi nell'area, si dichiarava intenzionata ad iniziare la coltivazione dei giacimenti scoperti.

La nostra mobilitazione è stata immediata: nessun richiamo a vantaggi finanziari, guadagni e posti di lavoro può rendere accettabili i progetti di estrazione del metano, che del resto paiono insostenibili anche in termini meramente economici: in trent'anni si estrarrebbero circa 30 miliardi di metri cubi di gas, corrispondenti al 2 per cento del consumo italiano. A fronte di un guadagno futuro insignificante, immediato è invece il rischio dei danni enormi che un incidente nei processi di estrazione o un pur minimo fenomeno di subsidenza potrebbero produrre in aree delicatissime quali quelle di Venezia e Chioggia.

Il nostro impegno nella lotta contro la coltivazione dei giacimenti adriatici, durato anni, a fianco di altre associazioni e di eminenti settori del mondo scientifico è valsa, una volta per tutte, a scongiurare lo sciagurato progetto.

Così ritenevamo fino ad oggi (luglio 2008), convinti che il buon senso , se non il rispetto per ciò che Venezia rappresenta, non solo nella storia e nell'arte, ma anche per l'economia, e una legge chiara che proibisce per sempre l'estrazione di idrocarburi in Alto Adriatico, valessero a tutelare le due città.
Il recente rincaro delle fonti energetiche, ha però riacceso gli appetiti sul "tesoro sepolto" e ridato fiato a chi, senza fornire le prove che la legge richiede, assicura che l'estrazione di gas non comporta rischio di subsidenza.

Commenti   

 
0 #1 metanogiulia 2012-04-01 13:58
interessante!!: D
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Le nostre campagne

Joomla Slide Menu by DART Creations